via Ottoboni

Al numero civico 16 [di via Ottoboni] Ŕ possibile visitare, all'interno di un garage,il mausoleo scoperto nel 1964 durante i lavori di costruzione della palazzina. Il sepolcro, a pianta quadrata, si conserva per un'altezza pari a due filari di blocchi di travertino del rivestimento mentre, ormai, non rimane quasi pi¨ nulla degli altri sepolcri che si disponevano lungo la crepidine meridionale della Tiburtina che, in occasione di recenti scavi di pubblici servizi, si Ŕ potuta accertare ad una profonditÓ di m 2/3,50.

(cfr. www.portonaccio.it)